Crollo ad Aversa: sindaco diffida il proprietario per la rimozione delle macerie

Solo all'inizio del mese di Luglio vi è stato il dissequestro da parte della Procura di Napoli Nord

Aversa – Dopo più di 7 mesi le macerie causate dal crollo dell’ex convento di San Girolamo a Piazza Marconi ad Aversa, sono ancora là.

Il sindaco Alfonso Golia ha emesso un’ordinanza per diffidare il responsabile legale della Curia Provinciale dei Frati Minori Conventuali di Napoli, proprietaria dell’immobile, nel rimuovere il più presto possibile quel che rimane della struttura.

E’ importante precisare che solo all’inizio del mese di Luglio vi è stato il dissequestro da parte della Procura di Napoli Nord.

“Il nostro obiettivo primario – ha dichiarato il sindaco Golia – è quello di riqualificare la piazza. In questo senso ho in serbo per la città una bella sorpresa, riguardante il futuro di uno dei luoghi che rappresenta un tassello importante per il nostro centro storico”.