Aversa. Caccia a chi non paga l’acqua. Buco nero nei bilanci

“Ricordo a tutti che uno dei problemi principali della nostra città è rappresentato dall’assenza di contatori singoli" - afferma l’assessore al Bilancio del Comune di Aversa, Nico Carpentiero

Aversa – Dopo il comune di Trentola Ducenta, anche quello di Aversa annuncia controlli per quanto riguarda l’erogazione idrica.

“Uno degli obiettivi dell’amministrazione Golia è porre in essere tutte quelle azioni tese a contrastare l’evasione. Una delle priorità assolute è aumentare la capacità di riscossione dei canoni idrici, che, ad oggi, rappresenta un autentico buco nero per le casse dell’ente con picchi inaccettabili di morosità”.

Lo dichiara l’assessore al Bilancio del Comune di Aversa, Nico Carpentiero, che ha avviato un confronto con gli amministratori di condominio.

“Ricordo a tutti che uno dei problemi principali della nostra città è rappresentato dall’assenza di contatori singoli. Molte utenze sono intestate a condomini che per svariati motivi non pagano. Una situazione non più tollerabile e, per questo motivo, intendiamo avviare un’azione sinergica con gli amministratori di condominio che a norma di legge devono comunicare al comune di Aversa quale creditore della fornitura idrica, l’elenco dei condomini morosi al fine di tutelare gli altri condomini che, diversamente dai primi, versano con regolarità la propria parte del canone idrico”.

Quindi si annunciano controlli a tappeto ed eventuali sanzioni per tutti coloro che da anni non versano le dovute quote.