AVERSAIntercettazione choc dei carabinieri durante le indagini che hanno portato all’arresto di 50 esponenti del clan dei Casalesi tra la Campania ed il Veneto.

Prendi la pistola e spara ai carabinieri. Sono loro che devono avere paura di te, non tu di loro” – come si legge nell’ordinanza di custodia cautelare.

Si tratta di Antonio Puoti, originario di Aversa, indagato nell’ambito dell’operazione “The Last”, la maxi indagine che smantellato un ramo del clan dei Casalesi nel Nord-Est Italia.

Puoti è una figura di spicco del narcotraffico. Ogni indagato, come spiega Il Mattino, ha un ruolo preciso all’interno dell’organizzazione.

Come ad esempio usura e truffe assicurative, gestite da Antonio Pacifico e Francesco Verde, originario di Sant’Antimo. Il tutto gestito, secondo gli inquirenti, da Donadio, originario di Giugliano.