Pagano una donna con soldi falsi. Lei li denuncia per rapina e violenza sessuale. Assolti

La vicenda si è risolta dopo circa 7 mesi dagli arresti

AVERSA – Erano stati denunciati da una donna per rapina e violenza sessuale, ma durante il processo per rito abbreviato saltata fuori la verità.

Ricostruendo i fatti i due uomini, P. P. 51 anni e R. C. 36 anni, entrambi residenti ad Aversa, si erano recati in un appartamento di via Gramsci per consumare un rapporto a pagamento con una donna.

Gli avvocati difensori sono riusciti a dimostrare la realtà dei fatti. E’ emerso che i due avrebbero pagato la prestazione con soldi falsi, così la donna si è recata dai carabinieri denunciando di essere stata rapinata e violentata.

I militari hanno tratto in arresto i due uomini ma durante la fase processuale il giudice li ha assolti revocando gli arresti domiciliari.