Auto clonate, la nuova truffa tra Napoli e Caserta

Sono tanti i casi documentati, sopratutto dalla nota trasmissione Striscia la notizia

Immagine di repertorio

Caserta – Sono sempre di più i casi di auto clonate e vendute regolarmente ad ignari cittadini, tra le province di Caserta e Napoli.

Ma in cosa consiste un’auto clonata? Si tratta di una vettura con stesso numero di targa e stesso numero di telaio dell’auto originale.

In alcuni casi viene clonata solo la targa, mentre il numero di telaio viene punzonato. Una volta creata l’auto clonata, i truffatori, la rivendono regolarmente o tramite concessionario oppure fingendosi direttamente i proprietari, presentando documenti falsi.

Poco dopo la vendita il povero malcapitato si renderà conto che esiste, da qualche altra parte in Italia, un’altra vettura identica alla sua con gli stessi dati.

Sono tanti i casi documentati, sopratutto dalla nota trasmissione Striscia la notizia. L’inviato Luca Abete nella serata di ieri ha documentato un nuovo caso nella Provincia di Napoli.

Ma anche nel Casertano non sono mancate le segnalazioni. Lo scorso anno è stata bloccata una fiat 500 rubata a Caserta e poi clonata, oppure nel 2018 un Range Rover Sport, con a bordo due persone, che transitava sull’A1 nel tratto compreso tra Caianello e Capua, è stato bloccato dalla Polizia Stradale e risultato clonato. Questi solo per citarne alcuni.

Ecco l’ultimo servizio di Luca Abete andato in onda.