Operazione antidroga. Due arresti, maxi sequestro di droga e 15mila euro in contanti

Due diverse operazioni e maxi sequestro di droga della Polizia

NAPOLI – Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno arrestato nella serata di ieri, Ali Foad, 49enne algerino per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Gli agenti si sono recati, su segnalazione del 113 in un appartamento in via Pavia, dove era stata segnalata una lite in famiglia.

I poliziotti hanno preso contatto con la richiedente che raccontava di essere stata aggredita dal suo convivente, durante le fasi del controllo gli agenti hanno notato l’insofferenza dell’uomo decidendo di eseguire un controllo nell’abitazione scoprendo all’interno del mobiletto porte tv due “plance” di hascisc.

La droga, hascisc per un peso di circa gr. 200, è stata sottoposta a sequestro unitamente a due coltelli utilizzati per tagliare la sostanza stupefacente.

L’uomo è stato condotto al carcere di Poggioreale.

Inoltre gli agenti del Commissariato di PS Torre Annunziata hanno arrestato Emanuela Acampora, 23enne oplontina per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I poliziotti, nell’ambito di predisposti servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno eseguito numerosi controlli sul territorio oplontino uno dei quali  presso l’abitazione della giovane in Via Sambuco che consentito di rinvenire l’ingente quantitativo di droga e soldi .

Poco dopo le 14.00 di ieri, i poliziotti, hanno scoperto un “sistema a botola ” posto nel bagno dell’abitazione dietro la lavatrice.

Sotto il davanzale della finestra, inserendo un cacciavite lateralmente alla placchetta della presa elettrica si attivava un micro interruttore che apriva la botola posta sopra lo scarico dell’elettrodomestico.

All’interno la polizia ha rinvenuto e sequestrato tre involucri contenenti in totale gr. 150 cocaina pura, un bilancino di precisione e la somma di euro 14.900,00.

La cocaina sequestrata avrebbe consentito di confezionare oltre 600 singole dosi, con un introito per la delinquenza tra euro 12.000,00 ed euro15.000,00.

La donna è stata arrestata è stamani sarà condotta presso il Tribunale di Torre Annunziata per la celebrazione del rito per direttissima.