Rapina, lesioni ed estorsione. Arrestata intera famiglia Casertana. Tutti i NOMI

Hanno tentato di costringere la vittima, picchiandolo e minacciandolo di morte, a sospendere la procedura esecutiva dell'abitazione di uno degli arrestati

SAN FELICE A CANCELLO – In San Felice a Cancello, i Carabinieri della Stazione di Santa Maria a Vico, nel corso della mattinata odierna, hanno eseguito 2 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Tali ordinanze sono state emesse nei confronti di Vincenzo Rivetti, 60 anni e Michele Rivetti 28 anni (padre e figlio) nonché un obbligo di presentazione alla P.G., nei confronti  Salvatore DI Nuzzo, 23 anni (genero di Rivetti Vincenzo).

I provvedimenti sono stati emessi dall’ufficio Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (ce).  

I tre soggetti, tutti di San Felice a Cancello, sono ritenuti responsabili dei reati di rapina aggravata, lesioni personali ed estorsione aggravata, commessi in data 28 aprile 2018 ai danni di un 55enne ingegnere di Maddaloni.

In particolare i tre, in concorso tra loro, hanno tentato di costringere la vittima, picchiandolo e minacciandolo di morte, a sospendere la procedura esecutiva azionata nei confronti di Rivetti Vincenzo  riguardante la propria abitazione che l’ingegnere aveva acquistato all’asta. Nel corso dell’aggressione l’ingegnere fu rapinato anche del cellulare.