Imprenditore Cavaliere ucciso per motivi economici. Arrestato il socio 50enne

Sembrerebbe che il movente sia da ricondurre allo scioglimento della società

SAN CIPRIANO DI AVERSA – L’imprenditore Casertano Raffaele Cavaliere, 67enne originario di San Cipriano di Aversa, ma residente da tempo a Modena, sarebbe stato ucciso per dissidi economico lavorativi.

Gli agenti della squadra mobile di Modena hanno tratto in arresto il 50enne Pietro Ragazzo, originario di Avellino, ma anch’egli residente a Modena e socio della vittima.

Lo avrebbe pugnalato un cutter fino ad ucciderlo e poi avrebbe telefonato ad una persona per farsi venire a prendere poco distante dal luogo del delitto.

Sarebbero diverse le prove contro di lui, ma al momento non è trapelata l’informazione di una eventuale confessione.

L’omicidio è avvenuto nella giornata di martedi e le ricerche sono partite dopo la denuncia del figlio. L’indagine si è conclusa nel giro di 24 ore. Ora l’uomo si trova in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.