Arrestato esponente clan Schiavone. 6 anni per estorsione, usura e possesso di arma illegale

Si è costituito presso i carabinieri di Frosinone

Foto il punto magazine

CASAL DI PRINCIPE – Nella mattinata di ieri, a Frosinone, i militari della locale Stazione, in esecuzione Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere, emessa dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Napoli in data 1° giugno u.s., traevano in arresto Nicola Corvino.

L’uomo, 55enne, è originario e residente in Casal di Principe (CE), ed è stato arrestato per “associazione di tipo mafioso, associazione per delinquere, estorsione, usura, ricettazione, riciclaggio, porto e detenzione abusiva di armi, ecc.”, dovendo espiare una pena di anni 6 e mesi 4 di reclusione per fatti accertati in Napoli nel 2009.

L’uomo, già sottoposto ad obbligo di firma, è ritenuto appartenente al clan “Schiavone” operante in quel centro e soprannominato “O’ Calabriciello”.

Si è costituito presso il comando dell’Arma e veniva associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.

Foto ilpuntoamezzogiorno.it