Ladro Casertano si ferisce durante un furto. I carabinieri seguono la scia di sangue e lo arrestano

Ora si trova piantonato in ospedale

CASERTA / BOLOGNA – I Carabinieri della Stazione di Sant’Agata Bolognese hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti di due persone, un 34enne casertano e un 38enne napoletano, sospettati di aver commesso un furto aggravato in abitazione.

E’ successo ieri mattina, quando un cinquantatreenne di Sant’Agata Bolognese ha chiamato i Carabinieri per informali di aver subito un furto in abitazione di quattro orologi e un televisore ad opera di qualcuno che durante la fuga aveva lasciato una scia di sangue, probabilmente a causa di una ferita che si era procurato tagliandosi con i vetri della porta finestra frantumata durante l’irruzione.

Ai militari è bastato seguire la scia di sangue per raggiungere un’abitazione distante un centinaio di metri e incastrare i due campani che oltre a essere ancora sporchi di sangue, sono stati trovati in possesso della refurtiva.

Il trentottenne è stato trasportato, sempre in stato di fermo e quindi piantonato, presso una struttura sanitaria, mentre l’altro soggetto è stato rinchiuso in carcere. In attesa di ulteriori accertamenti investigativi, i Carabinieri hanno deciso di applicare la misura restrittiva del fermo di indiziato di delitto perché sono venuti a conoscenza che la prossima settimana i due campani si sarebbero trasferiti all’estero per “motivi di lavoro”.