Arrestato 22enne Casertano. Gestiva una piazza di spaccio. Ecco dove

Incastrato dalle intercettazioni telefoniche con i clienti

Immagine di repertorio

RECALE – Nella mattinata odierna, in Recale i Carabinieri della Stazione di San Prisco (CE) hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa di misura cautelare, emessa dall’Ufficio G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE), su conforme richiesta della Procura.

Tale ordinanza riguarda Giuseppe Ciccone 22 anni, gravemente indiziato del reato di detenzione/spaccio di sostanza stupefacente (art. 73 D.P.R. 309/90).

Il provvedimento cautelare è stato emesso all’esito di una tempestiva quanto rapida attività
investigativa, diretta da questa Procura e svolta dal predetto Reparto dell’Arma, operata dal maggio al settembre del 2016, indagine che ha permesso di disvelare come l’indagato abbia sistematicamente spacciato sostanza stupefacente di tipo hashish nei comuni casertani di Recale, Macerata Campania, Santa Maria Capua Vetere, Portico di Casetta, Curti e San Nicola La Strada.

In particolare, dalle risultanze delle intercettazioni telefoniche, corroborate dalle dichiarazioni rese dai soggetti acquirenti della sostanza stupefacente nonché dai servizi di osservazione e di riscontro svolti dalla polizia giudiziaria delegata, è emerso che l’indagato si è reso responsabile di complessivi 41 episodi di spaccio. Il G.I.P. ha disposto, per il CICCONE, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.