Barista aggredita a San Cipriano. Arrestati fratelli De Falco, nipoti del boss

La ragazza ha riportato lesioni al volto e al torace. Entrambi sono finiti agli arresti domiciliari

Immagine di repertorio

Casal di Principe / San Cipriano d’Aversa – I carabinieri di Casal di Principe hanno eseguito una misura di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dei due gemelli, Alessio e Vincenzo De Falco, 18 anni.

Sono accusati di tentata estorsione e lesioni. Entrambi sono i nipoti di un esponente del clan dei Casalesi, Vincenzo De Falco, attualmente detenuto.

I due giovani avrebbero tentato, la sera del 18 settembre, tentato di non pagare le birre consumate presso il Gran Vesuvio Caffe’ di San Cipriano d’Aversa, minacciando ed aggredendo la barista.

La donna e’ stata presa per i capelli per poi essere sbattuta con la testa contro il bancone mentre era sotto minaccia con frasi del tipo “ti sparo, ti ammazzo”.

La ragazza ha riportato lesioni al volto e al torace. Per evitare che i due si accanissero ulteriormente nei confronti della giovane, il conto dei De Falco e’ stato saldato da un cittadino tunisino che si trovava nel bar.