Finanziere chiede 5mila euro ad un imprenditore per evitare controlli. Arrestato

CASERTA – Su richiesta della Procura di Roma è stato tratto in arresto un militare della Guardia di Finanza in servizio a Caserta.

Come riportato da Il Mattino, il finanziere è accusato di tentata concussione in quanto avrebbe chiesto al titolare di una azienda di Pomezia 5 mila euro e l’assunzione del figlio della compagna in cambio di «protezione» su eventuali controlli.

L’arresto è stato disposto dal gip Elvira Tamburelli. A denunciare le richieste del finanziere è stato lo stesso imprenditore che il 21 febbraio scorso ha raccontato agli uomini della Guardia di Finanza di Pomezia quanto stava accadendo.

In una intercettazione l’arrestato si rivolge all’imprenditore affermando che «aveva 5 mila buoni motivi» per garantirgli il pagamento.