Caserta / Gallipoli – Nella serata di ieri gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Gallipoli, insieme ai colleghi della Squadra Mobile di Lecce, hanno tratto in arresto Antonio Nunziante, un 21enne casertano per il reato di tentata estorsione, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

I poliziotti sono stati fermati da un giovane il quale ha affermato di essere stato vittima di una tentata estorsione.

Ha raccontato di aver subito il furto del cellulare, e dopo aver chiamato il proprio numero di cellulare, dall’altro capo del telefono ha risposto un giovane dichiarandosi in possesso del cellulare, pretendendo la somma di 150 euro per la restituzione.

Gli agenti hanno organizzato l’incontro fingendo di voler cedere la somma di denaro in cambio del telefono. Una volta raggiunto è stato bloccato e tratto in arresto.

Dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere di “Borgo San Nicola” a Lecce.