Afragola. Rapina a famiglia cinese. Arrestato carabiniere e due complici

In particolare i tre sarebbero accusati di aver ideato e fatto da basisti per il colpo. Traditi dai tre complici nella rapina

Immagine di repertorio

Afragola – Un carabiniere è stato arrestato dai suoi colleghi di Prato nell’ambito di un’indagine su una rapina in casa, ai danni di una famiglia cinese, avvenuta lo scorso 3 maggio scorso in via Ugo Foscolo.

I militari hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, disposte dal gip in seguito a un’indagine coordinata dalla procura di Prato. Si tratta di Ennio Serino, 36 anni, in servizio al nucleo radiomobile, e di altre due persone, Giuseppe Zanfardino 41 anni e Vincenzo Russo 45 anni, entrambi venditori di frutta ed originari di Afragola.

In particolare i tre sarebbero accusati di aver ideato e fatto da basisti per il colpo. Per quello stesso furto sono state già arrestate altre tre persone Michele Esposito Langella, 60 anni, Giuseppe Riano, 33 anni e Antonio D’Avino 38 anni anche loro di Afragola, tuttora in carcere.

Grazie agli approfondimenti investigativi i carabinieri sono risaliti agli altre responsabili. Secondo il procuratore Giuseppe Nicolosi l’appuntato Serino sapeva che la famiglia cinese custodiva in casa una ingente somma di contanti, tra gli 80.000 e i 100.000 euro.

Inoltre avrebbe fornito ai rapinatori le pettorine con la scritta “carabinieri” che sono servite ai tre per entrare nell’abitazione.

Ennio Serino, oltre ad essere arrestato, è stato immediatamente sospeso dal servizio e sarà sottoposto al procedimento disciplinare dell’Arma dei Carabinieri.