Arrestato affiliato al clan Mallardo. Minacce ed estorsione nei confronti di ditta edile

I Carabinieri arrestano affiliato a clan. Aveva cercato di imporre al pizzo a un imprenditore

Immagine di repertorio

GIUGLIANO – I Carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di Custodia Cautelare in regime domiciliare emessa dal GIP di Napoli.

Tale ordinanza è a carico di Biagio Vallefuoco, detto “ ‘o biasone”, un 50enne del luogo già noto alle FFOO e ritenuto affiliato di spicco al clan camorristico dei “Mallardo” operante a Giugliano e comuni limitrofi gravemente indiziato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni del titolare 56enne di una impresa edile.

Le indagini avviate a gennaio hanno consentito di cristallizzare la responsabilità di Vallefuoco in ordine a una estorsione tentata il 18 gennaio.

Con violenza e minacce, consistite nel prospettargli gravi ritorsioni, aveva tentato di farsi consegnare del denaro, non quantificando ancora la somma, facendo leva sulla forza d’intimidazione dell’agire evocando l’appartenenza al sodalizio camorristico operante a Giugliano in Campania.