Maddaloni – Nel quadro delle attività di verifica dell’osservanza delle misure di contenimento del contagio da Covid-19., i finanzieri del Comando Provinciale Benevento hanno tratto in arresto un uomo di anni 27, di Maddaloni, trovato in possesso di 1,6 kg di hashish.

Nel territorio di Paolisi, l’attenzione di una pattuglia della Tenenza della Guardia di Finanza di Montesarchio, impegnata nel controllo del territorio, è stata attratta dalla manovra repentina di un’automobile che imboccava, a velocità sostenuta, la Via Appia SS.7.

L’atteggiamento del conducente, all’atto del controllo, ha insospettito gli operanti tali da indurli a più accurati accertamenti. All’esito delle attività ispettive, all’interno del vano bagagli veniva rinvenuto uno zainetto in tela contenente la sostanza stupefacente, del tipo hashish, suddivisa in vari panetti e di varie pezzature per un peso totale di 1,5 kg circa, confezionata in involucri di cellophane già pronti per essere rivenduti nelle piazze di spaccio della Valle Caudina.

Le attività di perquisizione venivano estese anche presso l’abitazione di residenza dell’uomo, sita nel comune di Maddaloni (CE), ove sono stati rinvenuti ulteriori 100 grammi di analoga sostanza stupefacente, nonché un bilancino di precisione ed un coltellino.

Il responsabile, su disposizione del magistrato di turno della locale Procura della Repubblica, è stato tratto in arresto per il reato di detenzione illecita di sostanze stupefacenti a fini di spaccio e tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento, posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si stima che la sostanza stupefacente sequestrata, laddove fosse arrivata sul mercato del consumo, avrebbe potuto fruttare non meno di 20 mila euro. L’operazione condotta testimonia come resti sempre alta e vigile l’attenzione della Guardia di Finanza nel contrasto ai traffici illeciti, a tutela della legalità e della sicurezza della collettività.