Tentato di aprire un conto corrente con documenti falsi. Arrestata coppia dai carabinieri

Dopo gli accertamenti di rito sono stati condotti ai domiciliari

Immagine di repertorio

RECALE / ACERRA – Sono stati fermati ed arrestati mentre tentavano di aprire un conto corrente alle Poste con documenti falsi.

La vicenda è accaduta questa mattina, presso l’ufficio postale di piazza Aldo Moro nel comune di Recale.

Il dipendente si è accorto di qualcosa di strano ed ha allertato immediatamente il direttore e gli uomini dell’arma dei carabinieri.

Si tratta di Maria Friscia, 53 anni di Acerra e Vincenzo Cicala, 51, di Capodrise. Inoltre quest’ultimo ha violato l’obbligo di dimora nel comune di Capodrise.

Per entrambi sono scattati gli domiciliari.