Incastrati dal tatuaggio. Arrestati due rapinatori violenti. Aggredita una cassiera

Grazie alle moderne tecnologie sono stati rintracciati ed arrestati

MUGNANO / GIUGLIANO / CAVEZZO E MEDOLLA (MODENA) – Identificati grazie ad un tatuaggio, impronte digitali e filmati di sicurezza.

Così sono stati arrestati due rapinatori violenti, un 29enne di Mugnano e un 46enne di Giuliano, per un colpo messo a segno nel luglio scorso, quando hanno assaltato con coltello e pistola, prima un’area di servizio a Medolla e poi, la settimana successiva, il supermercato Eurospin di Cavezzo procurando anche lesioni alle vittime.

A bloccarli, ieri mattina in provincia di Napoli, i carabinieri della Compagnia di Carpi guidati dal capitano Alessandro Iacovelli.

In entrambi i casi, la coppia, supportata da un complice ricercato, aveva rubato un’auto a Modena e noleggiato una Fiat Punto con cui fare i sopralluoghi in zona. Poi sono entrati in azione.

Nell’area di servizio, aggredirono con le armi un dipendente del distributore portandogli via circa 500 euro dal marsupio dopo averlo gettato a terra. All’Eurospin di Cavezzo, minacciarono con la pistola i cassieri che non avevano le chiavi delle casse, poi forzate con un cacciavite: da lì portarono via 3,.500 euro.

I due fermati sono in carcere a Poggioreale in attesa della convalida del fermo.