Arrestata intera famiglia di Frignano: vendevano auto di lusso, ma era una truffa

I pagamenti avvenivano tramite postepay, previa contrattazione telefonica su un numero di cellulare riconducibile agli arrestati

Immagine di repertorio

Frignano – Un 28enne in carcere, il fratello 20enne, la madre 50enne e la fidanzata di 32 anni agli arresti domiciliari.

Sarebbero tutti originari di Frignano e sono accusati, a vario titolo, del reato di associazione per delinquere finalizzata alla truffa, condotte commesse in via perdurante dall’anno 2018 tra le province di Napoli e Caserta.

Tutto è partito dalla denuncia del titolare di una concessionaria di autonoleggio di Villa di Briano. In rete erano stati pubblicati diversi annunci di vendita autovetture di lusso, a prezzi ben al di sotto della soglia di mercato, pubblicate sul social network “Facebook” ed apparentemente riconducibili alla predetta società che ne disconosceva la titolarità.

Era tutta una truffa, il gruppo criminale si faceva accreditare somme di denaro per vendite o noleggi auto, mai concretizzati.

I pagamenti avvenivano tramite postepay, previa contrattazione telefonica su un numero di cellulare riconducibile agli arrestati.

I carabinieri non ci hanno messo molto a rintracciare i responsabili ed a ricostruire l’intero meccanismo fraudolento, fino a giungere agli arresti di questa mattina. Il giro d’affari è stato valutato intorno ai 50mila euro.