Nuovo business della camorra. Mercato nero dei farmaci

Si calcola che questo sistema fruttava circa oltre 600 mila euro

Immagine di repertorio

Casal di Principe – Importante operazione compiuta dal Nucleo Investigativo del Gruppo Carabinieri di Aversa e dai Magistrati della DDA di Napoli.

E’ stato inferto un duro colpo al neo gruppo criminale denominato “nuova gerarchia del clan dei casalesi” riconducibile alla fazione Bidognetti del “clan dei casalesi”, già riconosciuto in sede giudiziaria.

Le indagini hanno portato alla luce un mercato illecito del farmaco, finalizzato al reperimento fraudolento di medicinali di classe “A” (farmaci essenziali e/o per malattie croniche, a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale) da destinare poi ad un commercio parallelo, principalmente all’estero.

Ecco come agiva il gruppo criminale:

  • reperivano illecitamente numerosi medicinali presso molte farmacie site in Campania, Lazio e Lombardia, utilizzando “ricette rosse” provento di furto presso ospedali e studi medici;
  • compilazione di prescrizioni mediche a nome di ignari professionisti accreditati presso i S.S.R., per la somministrazione di farmaci di classe “A” (in totale esenzione di ticket) in favore di pazienti inesistenti o ignari;
  • recupero dei medicinali, poi veicolati all’estero tramite vettori compiacenti e in totale assenza di qualsiasi attenzione alla corretta modalità di conservazione dei prodotti, con grave pericolo per la salute delle persone.

Questo mercato nero del farmaco fruttava circa oltre 600 mila euro, con relativo danno al Servizio Sanitario Nazionale.

Gli arrestati:

CUSTODIA IN CARCERE

  • SPENUSO Domenico, nato a Grumo Nevano (NA) il 12/06/1979

ARRESTI DOMICILIARI

  • CALVANICO Salvatore, nato a Castellammare di Stabia (NA) l’11/08/1965
  • COTUGNO Daniela, nata a Mugnano di Napoli (NA) il 04/11/1984
  • NATALE Gianluigi, nato ad Aversa (CE) il 25/02/1991
  • PALUMBO Raffaele, nato a Villaricca (NA) il 05/03/1972