Due arresti di camorra a Giugliano nel clan Mallardo e Longobardi-Beneduce

Carabinieri arrestano affiliato a clan Mallardo ed un secondo uomo vicino alla famiglia Longobardi-Beneduce

GIUGLIANO – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Giugliano in Campania hanno arrestato Marino Sessa, un 46enne del luogo già noto alle FFOO e ritenuto affiliato al clan “Mallardo” operante a Giugliano e zone limitrofe.

Raggiunto da un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura Generale di Napoli, dovrà espiare la pena residua di 3 anni, 10 mesi e 27 giorni di reclusione per associazione di tipo mafioso accertata a Giugliano dal 2008 al 2011, per la quale era stato condannato alla pena complessiva di 6 anni.

L’arrestato è stato tradotto nel Centro Penitenziario di Secondigliano.

Il secondo arresto riguarda il clan “Longobardi-Beneduce”. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Pozzuoli hanno arrestato Antonio De Simone, un 64enne del luogo già noto alle FFOO domiciliato a Giugliano in Campania.

Raggiunto da un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura Generale di Napoli, dovrà espiare la pena residua di 6 anni e 2 mesi di reclusione per associazione per delinquere finalizzata all’usura e all’estorsione, reati aggravati da finalità del clan “Longobardi-Beneduce” commessi a Pozzuoli tra il 2011 e il 2013.

L’arrestato è stato tradotto nel Centro Penitenziario di Secondigliano.