Arrestato a Lusciano 33enne pluripregiudicato, trovata droga in cucina

Il M.A. veniva tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sottoposto agli arresti domiciliari

Immagine di repertorio

La Polizia di Stato ha proceduto, nella serata di  venerdì 12 febbraio 2021 nel comune di Lusciano, all’arresto M.A. 33 anni, pluripregiudicato per reati specifici in materia di stupefacenti e sino al 15 gennaio 2021 sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Nell’ambito di servizi predisposti in occasione della cd Movida  e per contrastare il fenomeno dello spaccio delle sostanze stupefacenti, gli operatori della  Squadra  di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Aversa, hanno eseguito numerosi controlli, perquisizioni  personali  e veicolari nei confronti di soggetti  dediti allo spaccio di sostanze psicotrope.

Gli operatori verso le ore 19,15  del 12 u.s. si recavano presso il domicilio del M.A. per uno specifico servizio di osservazione, nella circostanza sopraggiungeva un’autovettura  Renault Clio di colore  dalla quale scendeva un uomo che prelevava un involucro  dal  paniere calato poco prima dal M.A.  dal balcone  della propria abitazione.

Gli operatori senza mai perdere di vista l’autovettura, dopo pochi metri, la fermavano procedendo quindi al controllo e alla perquisizione personale e veicolare.  L’attività  dava esito positivo, l’uomo spontaneamente consegnava un involucro  di carta di colore verde e bianco, riportante delle scritte in lingua francese e precisamente relative ad una pagina strappata da un libro rinvenuto poi a casa del M.A..  L’involucro  rinvenuto conteneva gr 5.08 di HASHISH acquistata per la somma di euro 50, pertanto, l’uomo veniva sanzionato ai sensi dell’Art 75 DPR 309/90, per uso personale di sostanza stupefacente.

Immediatamente gli operatori si portavano presso l’abitazione del M.A., al termine del controllo e perquisizione personale e domiciliare,  rinvenivano sulla persona  del M.A.  e nel bidone dei rifiuti collocato in cucina, altra sostanza stupefacente del tipo HASHISH, per un peso complessivo lordo di grammi 9,88.

Il M.A. veniva tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ai sensi dell’art 73 DPR 309/1990, e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’A.G. per il rito direttissimo previsto  per la giornata del 13 u.s..