Arrestato 52enne di Sant’Antimo per sequestro di persona e violenza sessuale

SANT’ANTIMO – A conclusione di uno specifico servizio di Alto Impatto per il contrasto all’illegalità diffusa svolto da i militari della tenenza di Sant’Antimo coordinati dalla compagnia di Giugliano diretta dal capitano Antonio De Lise e coadiuvati in fase esecutiva dalle unità C.I.O. del reggimento Campania, è stato tratto in arresto a seguito di provvedimento emesso dall’autorità giudiziaria il pregiudicato Mauro Pizzo, nato a Napoli 52 anni e residente a Sant’Antimo.

L’uomo, pregiudicato, in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Bologna deve espiare la pena di 7 anni e 5 mesi poiché riconosciuto colpevole di sequestro di persona e violenza sessuale aggravata dall’uso delle armi, commessa nell’aprile del 2009 in provincia di Bologna.

A seguito dell’arresto, il 52enne è stato condotto al carcere napoletano di Poggioreale.

Durante la stessa operazione di Alto Impatto sono stati denunciati due soggetti, rispettivamente per porto abusivo di armi e per truffa. Segnalate inoltre due persone al competente Ufficio Territoriale del Governo quali assuntori di sostanze stupefacenti. Sequestrati due grammi di cocaina.

Elevate, infine, tredici contravvenzioni al codice della strada per mancata copertura assicurativa, omessa revisione e guida con patente scaduta.