ACERRA – Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Acerra, hanno arrestato T.G., 33enne di Acerra, incensurato, responsabile di detenzione illegale di armi e munizionamento.

L’intensa attività di prevenzione e repressione dei reati in genere posta in essere dai poliziotti del Commissariato Acerra, sostenuta da una attività info‑investigativa della squadra di polizia giudiziaria, ha consentito di recuperare , nel corso di una perquisizione fatta ai sensi di legge, nell’abitazione del T.G., una rivoltella Arminius con matricola punzonata contenente 6 cartucce calibro 38 special, una pistola Beretta, modello 81 calibro 7.65 con matricola punzonata, contenente 11 cartucce calibro 7.65, ulteriori 4 cartucce calibro 38 special e 7 calibro 7,65, il tutto all’interno di un armadio in camera da letto.

Le armi erano ben oleate e pronte all’uso, inoltre non erano occultate con attenzione bensì erano poste ben in vista nell’anta dell’armadio.

Pertanto il T.G. veniva arrestato e l’autorità giudiziaria opportunamente contattata ha disposto la misura alternativa della detenzione domiciliare. Le armi sottoposte a sequestro a disposizione dell’autorità giudiziaria.