Arrestato 30enne di Caserta. Trovato con 100 gr di droga e soldi

CASERTA – Nella serata del 26.1.18, la Polizia di stato di Caserta ha tratto in arresto Mattioli Giuseppe – casertano, 30 anni – per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I poliziotti della Squadra Volante – Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, in servizio di controllo del territorio, alle ore 21.00 circa, in Via Acquaviva – rione Volturno, notavano una autovettura Fiat Punto di colore grigio con una persona a bordo che viaggiava a forte velocità.

Gli operanti procedevano a fermare l’auto e immediatamente ne riconoscevano il conducente, persona nota per i suoi precedenti di polizia. Egli, non appena fermato, assumeva un atteggiamento molto nervoso, chiedendo spiegazioni in merito al controllo.

Insospettiti da tale atteggiamento, i poliziotti procedevano a perquisire l’uomo e il veicolo sul quale viaggiava. La perquisizione sortiva esito positivo, in quanto all’interno degli slip si rinveniva un panetto di sostanza solida di colore marrone, che successivamente, di seguito ad analisi specifiche, risultava essere hashish, per un peso di circa 100 grammi. Inoltre, l’uomo veniva trovato in possesso di contanti, suddivisi in vari tagli, successivamente sottoposti a sequestro come provento dello spaccio di stupefacenti.

A seguito del rinvenimento della sostanza stupefacente, si effettuava anche una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del fermato. Nella camera da letto dell’uomo venivano rinvenuti altri pezzi di hascisc e tre piccoli involucri di film plastico trasparente contenenti sostanza che, anch’essa sottoposta ad analisi del narco test, risultava essere marjuana.

Alla luce di quanto sopra, l’uomo veniva tratto in arresto e accompagnato presso gli Uffici della Questura, dove personale della Polizia Scientifica, oltre alle analisi del narco test effettuate sulle sostanze rinvenute, procedeva al suo foto segnalamento.

Dell’avvenuto arresto veniva data notizia al Sostituto Procuratore della Repubblica P.M. di turno presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere che disponeva la traduzione dell’arrestato presso il suo domicilio in attesa del rito direttissimo che si terrà nella mattinata odierna.