Arrestati due spacciatori a Melito. I NOMI. Uno è Casertano. FOTO

Nascondevano la droga nell'ascensore

MELITO DI NAPOLI – I carabinieri arrestano 2 pusher. Il nascondiglio delle dosi era in ascensore, sotto la testa di tutti.

I carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania hanno arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti Alessandro d’Andrea, un 26enne di Melito e Geremia dell’Aversana, un 30enne di Sant’Arpino, entrambi già noti alle ffoo.

I 2 sono stati sorpresi in via Arno, nel complesso di edilizia popolare chiamato “rione 219”.

D’andrea si occupava di raccogliere i soldi dai tossici e prelevare le dosi di droga da una intercapedine sopra la porta dell’ascensore, poi le consegnava a dell’Aversana; quest’ultimo le consegnava ai compratori.

Durante le perquisizioni personali sono state rinvenute 2 dosi di crack nella disponibilità di d’Andrea. Poi, nell’intercapedine, 12 involucri contenenti crack per 13,5 grammi, 8 dosi di cocaina e denaro contante per 285 euro in banconote di vario taglio.

Identificato e segnalato al prefetto un acquirente. Gli arrestati sono stati tradotti a Poggioreale.