Arrestati due rapinatori tra Caserta e Maddaloni. Erano il terrore dei distributori di carburante

Immagine di repertorio

MADDALONI – In data odierna i Carabinieri della Stazione di Maddaloni hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di: Chersoni Francesco 21 anni, originario di Caserta, e Izzo Tommaso 24 anni, originario di Maddaloni, ritenuti gravemente indiziati, in concorso tra loro, dei reati di rapina presso un distributore di benzina, delitto consumato nella serata del 18 Luglio scorso.

Le indagini, dirette dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere, venivano svolte immediatamente dopo la denuncia sporta dalla vittima e, grazie alle informazioni da questi rese, era possibile disporre di importanti indizi, sia quanto alle modalità esecutiva (ovvero due soggetti muniti di pistola a salve priva di tappo rosso, a bordo di un motociclo con targa coperta, che gli avevano intimato di consegnare loro l’incasso della giornata 300 euro) che sulle caratteristiche fisiche dei due autori.

Una volta acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza era possibile identificare con certezza gli autori di questa ultima rapina con gli stessi che avevano commesso analoga rapina, il successivo 19 Luglio, ad altro distributore di benzina della zona, fatto per il quale i due erano stati oggetto di fermo.

La comparazione tra gli elementi indiziali acquisiti nel corso delle due diverse rapine, consumate con identica modalità esecutiva, forniva pieno ed obiettivo riscontro al quadro accusatorio.