CASERTA / CAIAZZO – In data odierna, i Carabinieri della Compagnia di Caserta hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura coercitiva, emessa dal GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della locale Procura,nei confronti di quindici persone (di cui undici in carcere e quattro agli arresti domiciliari), per i delitti di associazione per delinquere finalizzata a lreato di truffa in danno di anziani e per circa quaranta episodi fra truffe consumate e tentate ai danni sempre di persone anziane.

L’ordinanza di custodia cautelare rappresenta l’epilogo di una complessa,articolata, meticolosa attività investigativa, coordinata dalla Procura di S.Maria Capua Vetere ed affidata ai CC della Stazione di Caiazzo ed ha consentito di operare la ricostruzione di circa quaranta episodi tra truffe consumate e tentate ai danni di persone anziane, naturalmente vulnerabili,proprio a causa dell’età avanzata. Il compendio indiziario raccolto attraverso le dichiarazioni di alcune (poche) persone offese, intercettazioni telefoniche, servizi di appostamento (che, in molti casi, ha consentito anche di operare l’arresto in flagranza dei truffatori, evitando che la truffa fosse portata a compimento), ha permesso di calcolare in circa 40 mila euro l’ammontare complessivo del profitto illecito conseguito, rappresentato da somme di denaro, svariati gioielli e monili in oro.

Custodia cautelare in carcere per:

1. VARJRIALE Vincenzo, 33 truffe (capò) promotore
2. VARRIALE Gennaro, 6 truffe (capo)
3. GIANNETTI Vincenzo, 13 truffe (capo)
4. RUGGIERO Ciro, 26 truffe
5. ESPOSITO Nunzia, 3 truffe
6. MAGARLO Giovanni,
7. TURCO Giuseppe, 5 truffe
8. FRASCOGNA Alessandro, 4 truffe
9. PERROTTA Antonio, 10 truffe
10. MAURO Giovanni,
11. PANARO Salvatore, 2 truffe

Custodia cautelare agli arresti domiciliari per:

1) ESPOSITO Antonio, 12 truffe
2) CARDILLO Giuseppe, 3 truffe
3) ABBATIELLO Pasquale, 3 truffe
4) ROCCO Giuseppe.