ARIENZO. Madre manda in carcere il figlio “Non volevo che si drogasse”

ARIENZO – Si è conclusa con una assoluzione il processo a carico di G.B., pregiudicato di Arienzo, con l’imputazione di rapina aggravata ed aggressione ai danni della madre.

Durante l’udienza è emerso che la donna , rappresentata dall’avvocato Gennaro Caracciolo, avrebbe denunciato il figlio per allontanarlo dal mondo della droga, per “fargli del bene”, come lei stessa ha pronunciato in aula.

Di fronte l’evidenza dei fatti il giudice non ha potuto fare altro che accettare la richiesta della difesa del giovane e pronunciare l’assoluzione dell’imputato dato che i fatti non sono mai accaduti.