Cacciatore fermato con un fucile non in regola. Denunciato dalla Forestale. FOTO

Fucile da caccia semiautomatico calibro 12 privo del necessario accorgimento tecnico atto a rendere la capienza del serbatoio-caricatore a soli 2 colpi

ALVIGNANO – Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Pietramelara (CE), in azione nell’ambito di un servizio di controlli in materia venatoria, nel comune di Alvignano, alla località “Fiume Volturno”.

Hanno sorpreso il Sig. M.C. da San Salvatore Telesino (BN), dell’età di anni 44, in possesso del fucile da caccia semiautomatico calibro 12 marca Breda che era privo del necessario accorgimento tecnico atto a rendere la capienza del serbatoio-caricatore a soli 2 colpi.

Il fucile è stato sottoposto in sequestro giudiziario ed il Sig. M.C. è stato deferito in stato di libertà per esercizio di caccia con mezzi vietati (tale è un fucile contenente più cartucce di quelle consentite).

La limitazione al numero di cartucce nei fucili da caccia è stata introdotta nel nostro ordinamento in attuazione della direttiva 79/409/CEE che, all’art. 8, aveva imposto agli Stati membri di vietare il ricorso a qualsiasi mezzo di cattura o di uccisione in massa o non selettivo delle specie di uccelli tutelate dalla direttiva ed in particolare delle specie elencate nell’allegato IV, lettera a).

Il sequestro è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria.