DRAGONI – Gli uomini dell’arma dei carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’imprenditore Claudio Schiavone, per appalti pilotati nell’Alto Casertano.

Circa una quarantina gli appalti finiti sotto la lente degli inquirenti, tra cui spicca quello del castello medioevale di Dragoni.

Nella vicenda, che riguarda fatti dal 2010 al 2013, ci sono numerosi altri indagati. Claudio Schiavone era rimasto coinvolto anche nell’inchiesta sulla metanizzazione nel Casertano gestita dalla Cpl Concordia.

Nell’indagine di oggi coinvolto anche uno studio di progettazione che, secondo gli inquirenti, predisponeva le offerte, gestiva la gara e designava, di fatto, il vincitore degli appalti.