Sparatoria a Parete. Potrebbe trattarsi di un agguato andato male

Le 4 persone sospette erano fuori casa dell'imprenditore

PARETE – Potrebbe trattarsi di un avvertimento, o se non peggio, di un agguato non riuscito quello avvenuto oggi nel comune di Parete in via Matteotti.

Il proprietario di casa, il 50enne Federico Falco, titolare dello stabilimento balneare e sala ricevimenti ‘Mama’ di Baia Domizia, ha dichiarato ai carabinieri di aver visto 4 persone, su due scooter, fuori casa sua, uno dei quali armato di pistola.

Così sarebbe corso all’interno per prendere un’arma legalmente detenuta, per poi sparare diversi colpi in aria.

Poco dopo le quattro persone sospette si sono date alla fuga, mentre i residenti, allarmati dai colpi di pistola hanno chiamato il comando dei carabinieri.

Sul posto sono giunti gli uomini guidati dal comandante Vincenzo Pulicani i quali hanno avviato tutti gli accertamenti del caso, inoltre si starebbero vagliano alcune videocamere della zona per cercare indizi utili sulla sparatoria.

Federico Falco, nei mesi scorsi, raccontò agli inquirenti l’imposizione dell’acquisto di diverse partite di vino a seguito delle pressioni ricevute da Katia Bidognetti e dal marito Giovanni Lubello, rispettivamente figlia e genero del capo clan dei Casalesi Francesco Bidognetti, per le cerimonie in villa. Naturalmente le indagini sono appena all’inizio.