Ridussero in fin di vita un giovane. Condannati tre ragazzi di Recale

Vennero bloccati ed arrestati poco dopo l'aggressione

Immagine di repertorio

RECALE / CASERTA – Nel 2014 pestarono a sangue uno studente universitario M. P. il quale tentò di difendere la ragazza dal gruppo di aggressori.

Si avventarono contro di lui riducendolo in fin di vita, con fratture e la milza spappolata. Oggi giunge la condanna dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere 2 Sezione Penale Presidente Rosa Stravino, la quale ha condannato tre di loro a tre anni di carcere, mentre il quarto è stato assolto.

Si tratta di A. M., M. M., e Y. P., tutti di recale. La vittima, che si è costituita parte civile nel processo ed è assistita dagli avvocati Raffaele e Gaetano Crisileo.

L’aggressione avvenne a Caserta difronte la Reggia, dove il gruppo rivolse delle pesanti offese alla fidanzata del giovane, il quale intervenuto per difenderla, venne brutalmente aggredito. Grazie all’intervento degli agenti della squadra mobile i responsabili vennero raggiunti ed arrestati.