Abusi su 14enne. Condannato infermiere di Marcianise

L’infermiere venne arrestato un anno e mezzo fa perché accusato di violenza continuata aggravata ai danni di una ragazzina all’epoca di età inferiore a 14 anni

Immagine di repertorio

Marcianise / Recale – Condannato a 6 anni di reclusione al termine del processo con rito abbreviato S. I. l’infermiere accusato di abusi sessuali nei confronti della figlia della compagna.

Il pubblico ministero aveva chiesto per l’uomo, originario di Marcianise ma residente a Recale, la condanna a 10 anni di reclusione.

L’infermiere venne arrestato un anno e mezzo fa perché accusato di violenza sessuale continuata aggravata ai danni di una ragazzina all’epoca di età inferiore a 14 anni, nonché di atti persecutori nei confronti dell’ex convivente e di due minorenni.

Secondo l’impianto accusatorio, con più azioni reiterare nel tempo, abusando delle condizioni di inferiorità fisica e psichica della persona offesa, a partire da quando la stessa aveva 11 anni, la costringeva a subire atti sessuali, sia di giorno che durante la notte, minacciando di ucciderla se avesse parlato con qualcuno dell’accaduto.

Inoltre, dalle dichiarazioni rese dalle persone informate sui fatti, l’indagato si sarebbe reso responsabile anche di ulteriori abusi sessuali, in danno della sorella, fatti che, essendo risalenti nel tempo, risultano ormai prescritti.