L’omicidio di Antonietta a Santa Maria C.V. Forse la svolta nelle indagini

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Il caso della morte della 50enne di Santa Maria Capua Vetere, Antonietta Afieri, sembra arrivato ad una svolta importante.

Il fatto risale al settembre 2013, quando venne rinvenuto il corpo senza vita della donna nella zona della stazione ferroviaria. Dopo anni di indagini, il pubblico ministero aveva chiesto l’archiviazione del caso, ma il giudice ha respinto la richiesta.

Sono state accolte le istanze degli avvocati della famiglia della vittima, i quali hanno chiesto un supplemento di indagini relativamente alla posizione di un uomo che aveva avuto una relazione con Antonietta fino a poco prima della suo assassinio.

Infatti la sorella avrebbe dichiarato, in sede giudiziaria, di essere a conoscenza di una telefonata avvenuta tra la vittima e quest’ uomo, anche lui di Santa Maria Capua Vetere, in cui, sempre secondo tale testimonianza, lo stesso avrebbe minacciato di morte la donna.

Naturalmente le indagini proseguono senza trascurare alcun dettaglio.