7 arresti nel clan dei Casalesi. Estorsioni ad imprenditori. Perquisizioni in tutta Italia

Minacce e intimidazioni a professionisti e imprenditori italiani e stranieri

Immagine di repertorio

CASAL DI PRINCIPE – La DIA di Trieste, con l’ausilio della DIA di Napoli, di Milano, di Padova e di Bologna, nonche’ della Guardia di Finanza del capoluogo giuliano, sta eseguendo 7 ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Tali ordinanze sono state disposte dal GIP del Tribunale di Trieste, nei confronti di soggetti accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso, per avere costretto professionisti e imprenditori italiani e stranieri, attraverso minacce e intimidazioni, a rinunciare a ingenti crediti, per favorire gli interessi del clan camorristico dei Casalesi.

Sono in corso, altresi’, numerose perquisizioni domiciliari a Napoli, Milano, Modena, Padova, Treviso, Udine, Portogruaro (VE) e Trieste. L’attivita’ operativa vede l’impiego di oltre 100 unita’, nonche’ l’ utilizzo di sofisticati strumenti di ricerca e localizzazione.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti in occasione di una conferenza stampa che si terra’ alle ore 11.30 presso la Sezione Operativa DIA di Trieste alla presenza del Procuratore Capo della Repubblica di Trieste, Carlo Mastelloni.