66enne di Capua muore in una casa a luci rosse: dissequestrato l’appartamento

Quando il personale sanitario è giunto sul posto non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo

Immagine di repertorio

Nella giornata di Mercoledì 20 gennaio è stato restituito l’immobile nella città di Santa Maria Capua Vetere al proprietario A.Q..

L’uomo, indagato per il reato di sfruttamento della prostituzione, è difeso dall’Avvocato Luciano Fabozzi.

Difatti il Gip, Orazio Rossi, non ha ritenuto sussistenti i requisiti per la convalida del sequestro preventivo.

La vicenda in questione riguarda la casa a luci rosse nella quale è deceduto un 66enne residente a Capua, sembrerebbe per cause naturali, un probabile arresto cardiocircolatorio.

Sono state le persone presenti ad allertare il 118. Quando il personale sanitario è giunto sul posto non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo.