4 calciatori casertani accusati di stupro da due ragazze

I quattro ragazzi interrogati dal magistrato avrebbero respinto ogni accusa

Caserta – In Costa Smeralda, non lontano da Porto Cervo, due ragazze, una del Lazio e l’altra del Nord Italia, hanno denunciato di essere state violentate in spiaggia da quattro giovani campani, tutti calciatori semiprofessionisti.

Si tratta di 4 casertani, tra i 20 e 23 anni, calciatori semiprofessionisti che militano in squadre della Campania.

Le due giovani hanno denunciato lo stupro di gruppo ai carabinieri di Budoni, località costiera della Gallura: la violenza sarebbe stata consumata in una spiaggia di Baia Sardinia dopo una serata in discoteca, secondo quanto anticipato dal quotidiano L’Unione Sarda e poi confermato dai carabinieri all’agenzia ANSA.

Le ragazze lavoravano come donne immagine in discoteche e beach club tra Budoni e San Teodoro, sulla costa nord-orientale della Sardegna. Sulla vicenda ha aperto un fascicolo la Procura di Tempio Pausania, i quattro ragazzi interrogati dal magistrato avrebbero respinto ogni accusa.

I carabinieri di Budoni coordinati dai militari della compagnia di Siniscola hanno acquisito le immagini della videosorveglianza di un locale in cui erano state le ragazze e i giovani calciatori prima di raggiungere la spiaggia, e anche un file video estrapolato dalla memoria di uno smartphone: il fatto sarebbe avvenuto a metà luglio a pochi chilometri da Porto Cervo, meta turistica cult della Costa Smeralda.

I quattro ragazzi accusati hanno tutti tra i 20 e i 23 anni ed erano in vacanza in Sardegna. Dopo aver trascorso la notte in discoteca avrebbero raggiunto la spiaggia vicina, dove si sarebbe poi consumato lo stupro.