17enne investito a Sparanise. Insultato e minacciato l’avvocato difensore del 30enne

Proseguono le indagini dell'arma dei carabinieri

Immagine di repertorio

SPARANISE – Nuovi aggiornamenti riguardanti la vicenda dell’investimento del 17enne di Sparanise avvenuto la scorsa settimana.

Come già anticipato in un precedente articolo il 30enne Donato De Rosa della zona, si è costituito presso il carcere di Cassino dopo alcuni giorni dall’ordinanza di fermo emessa dalla Procura.

Il suo avvocato difensore, Salvatore Piccolo, ha affermato di essere stato insultato e minacciato dopo aver assunto la difesa del 30enne.

Ha dichiarato al sito Caserta News:

«Da sempre nutro una profonda fiducia nella magistratura, atteggiamento che cerco di trasmettere anche ai miei assistiti che , loro malgrado, sono sottoposti a procedimenti giudiziari. Dispiace dover leggere offese gratuite nei miei confronti per il semplice fatto di aver assunto la difesa di un indagato, che volontariamente si è costituito presso la casa circondariale, accompagnato proprio da me, con il chiaro intento di chiarire la propria posizione e contribuire all’accertamento della verità. Detto questo, mi preme esprimere vicinanza umana e massima solidarietà nei confronti del giovane Salvatore. Prego e spero, per prima cosa, che possa tornare quanto prima nella nostra comunità. Saranno le aule di giustizia a valutare le responsabilità penali».