15enne colpito alla testa da un proiettile. Russo nega le accuse: “c’erano altre persone che sparavano”

Si difende davanti al giudice dell'indagine preliminare

PARETEVincenzo Russo, il 35enne di Parete accusato di aver ferito con un colpo di pistola alla testa Luigi P. 15 anni è stato ascoltato dal giudice.

Ha respinto tutte le accuse davanti al Gip Barbara Del Pizzo, il giudice che ha che ha firmato il suo arresto.

Avrebbe dichiarato che in quel campo davanti alla sua abitazione non era il solo a sparare, affermando che erano presenti altre due persone che provavano le pistole per Capodanno.

Il 15enne è rimasto gravemente ferito e dopo mesi di ricovero è tornato a casa. L’intera comunità è ancora sotto choc per la dinamica dei fatti.