WHATSAPP E IL MESSAGGIO DEL BAMBINO MORTO. Utenti spaventati, ecco di cosa si tratta

REGIONALE – Da diversi giorni ci segnalano su WhatsApp un messaggio dall’aria horror. Una catenafamosa di Sant’Antonio. Purtroppo sono diversi i bambini che se lo sono visto recapitare su Whatsapp, rimanendo a dir poco spaventati. Questo il testo del messaggio:

“Scusa ti piaccio o no ormai hai iniziato a leggere devi finire altrimenti ciò che è scritto nel messaggio succederà lo stesso. Ciao, mi chiamo Luca ho 7 anni, capelli neri e occhi rossi. Non ho ne naso ne orecchie… Sono morto” – il testo in circolazione – ” Se non mandi questo messaggio a 15 persone nei prossimi 5 minuti io appariro stanotte di fianco al tuo letto con un coltello e ti uccidero. Non e uno scherzo. Qualcosa di bello ti capitera stasera alle 22.22. Ripeto non e uno scherzo. Qualcuno vi telefonera o ti parlera sul cellulare e ti dira che ti ama. Non spezzare la catena. Nn mandarlo nei gruppi”.

Questi messaggi sono chiamati Catene di Sant’Antonio, e si diffondono tramite gli utenti creduloni che fanno girare queste informazioni del tutto fantasiose. Questi messaggi possono rappresentare uno scherzo, ma il problema divampa quando sono i più piccoli a riceverli.

E’ importante controllare il telefono dei propri figli ed evitare, soprattutto che certi messaggi arrivino ad essere letti. Quando si tratta di minori avere un controllo del telefono cellulare consente di evitare tantissimi pericoli che possono arrivare sia tramite internet che tramite messaggi.

www.hdnicewallpapers.com

Leggi anche