IL SINDACO DI CASERTA RIMANE A LAVORO FINO A TARDI. Dipendenti gli staccano la luce

CASERTA – “Una riunione notturna a lume di candela perché i custodi hanno staccato la corrente”. Ha raccontato d’averla vissuta il consigliere regionale della Campania Franco Emilio Borrelli, impegnato al Municiio di Caserta con il neo primo cittadino Carlo Marino. È successo martedì sera.

Erano circa le 21.30, quando i dipendenti comunali hanno staccato la luce, lasciando al buoi sindaco e consigliere regionale.

“I dipendenti – ha poi spiegato Borrelli – non erano stati informati del fatto che Marino era ancora nel palazzo municipale”. La riunione, in ogni caso proseguita, è andata avanti con la luce degli smartphone, fino a quando i custodi non hanno riattivato l’interruttore dell’energia elettrica. “Purtroppo – conclude Borrelli – il lassismo e la malagestione degli anni scorsi ha spinto molti dipendenti a pensare che non ci si possa trattenere fino a tardi negli uffici”.

Leggi anche