Sgominata banda di ladri. 3 arresti a Castel Volturno

Accusati di 8 colpi tre Napoli e provincia

CASTEL VOLTURNO – I poliziotti del Commissariato San Ferdinando e Carabinieri della Stazione Chiaia hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura che ha coordinato le indagini, nei confronti 3 nomadi domiciliati a Castel Volturno.

R. P., 34enne, E. P., 19enne ed un 17enne, tutti di origine serba sono ritenuti responsabili di 8 furti, consumati o tentati tra il 22 aprile e il 6 maggio 2018.

Il 25 aprile ne commisero 4 in un giorno. Il 22 aprile 2018 si introdussero in un appartamento di via Chiatamone forzando la porta d’ingresso ma non riuscirono a perpetrare il furto perché il proprietario era in casa li mise in fuga.

Il 28 aprile forzarono la serratura di un appartamento in via Francesco Crispi e rubarono 3 Mont Blanc, 2 orologi, una scatola d’oro e cristallo e 500 euro.
Poco dopo in via del Parco Margherita forzarono la serratura di un altro appartamento (nonostante il proprietario avesse chiuso la porta blindata a più mandate) e rubarono oggetti di valore e 500 euro.

Il 25 aprile si introdussero in un’azienda di servizi alberghieri in via Caracciolo non riuscendo a compiere il furto perché sorpresi da un inquilino del palazzo.
Lo stesso giorno entrarono in un appartamento di via Mergellina e rubarono una rivoltella, orologi e gioielli.

In quell’occasione prima di compiere il furto i 3 si sedettero su una panchina nei pressi del palazzo in attesa del momento giusto per entrare, poi il ragazzo entrò e lasciò la porta aperta per far entrare le due complici, quindi si intrufolarono nell’appartamento per uscirne poco dopo con borse piene di oggetti.

Lo stesso giorno, in largo Vasto a Chiaia, entrarono in un appartamento rimuovendo il nottolino ma non riuscirono a rubare nulla perché scattò l’allarme e li mise in fuga.
Ancora in un appartamento di largo Vasto a Chiaia, lo stesso giorno, forzarono la serratura e rubarono 5 orologi di cui 2 rolex, 500 euro e degli abiti da uomo. Sempre il 25 aprile e sempre in largo Vasto a Chiaia forzarono la serratura di uno studio con un cacciavite e rubarono un salvadanaio contenente 350 euro in monete.

Fondamentali per la loro identificazione le descrizioni fornite nelle denunce dalle vittime e dalle immagini delle telecamere di sorveglianza installate in diversi condomini che sono state raffrontate con le foto dei tre soggetti arrestati il 12 maggio 2018 dai poliziotti del #commissariatosanferdinando per un furto in uno stabile di via Carlo Poerio.
Dopo le formalità le due donne sono state tradotte al carcere di Pozzuoli mentre il 17enne è stato accompagnato all’istituto penitenziario minorile di Nisida.