ROGHI TOSSICI. Il sindaco di Parete, Gino Pellegrino, si sfoga su Facebook: “E’ una vergogna”

PARETE – Quello del sindaco di Parete, Gino Pellegrino, è uno sfogo sacrosanto. Dopo giorni interni in cui la sua città è stata invasa dai fumi tossici si è recato personalmente presso la discarica di Giugliano a constatare la situazione. Lo spettacolo difronte i suoi occhi era scioccante:

“Sono corso alla discarica di Giugliano e non ho trovato nessuno. C’è un incendio che interessa l’intero invaso. Nessun controllo, tutto abbandonato. Ho chiamato i vigili del fuoco. Chiedo alle istituzioni interessate un maggior controllo e un interessamento. Zero controlli e zero manutenzione. Da primo cittadino di Parete mi sento disarmato. Non posso difendere la salute dei miei cittadini per responsabilità altrui. È una vergogna!”

Queste le parole del sindaco e finalmente dopo due giorni le fiamme sono state spente dai vigili del fuoco. Non è la prima volta che Pellegrino attacca i politici di Giugliano, come ad esempio durante le elezioni attaccò ripetutamente l’amministrazione del comune di Giugliano per i continui disagi alla rete fognaria al confine tra i due comuni.

gino-pellegrino-facebook

Leggi anche