PANICO AL PRONTO SOCCORSO DI AVERSA. Sospetto caso di Ebola, in serata invece….

AVERSA – Questo ferragosto si sarebbe potuto trasformare in un vero e proprio incubo, soprattutto al pronto soccorso dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Aversa.

Nel pomeriggio di oggi è arrivato un paziente di colore di nazionalità africana, affetto da gravi sintomi come febbre alta, dolori addominali, vomito e diarrea. In pochi minuti scatta l’allarme, si sospetta un caso di Ebola. Viene immediatamente attivato il protocollo previsto in queste situazioni con un approfondimento degli esami per avere la certezza che si tratti della terribile malattia virale.

E’ stata proprio la nazionalità del paziente a far scattare il sospetto che poteva trattarsi di ebola. Gli ultimi due casi sospetti sono stati registrati il settembre del 2015, dove un uomo ed una bimba, entrambi di origine africana, furono ricoverati al Cotugno di Napoli per sospetto caso d’Ebola.

In serata il pericolo è rientrato, dall’approfondimento delle analisi è stato accertato che non si tratta di Ebola, ma di una forte forma virale.

Leggi anche