PANICO AD AVERSA. RAPINA IN UNA GIOIELLERIA DEL CENTRO. Rapinatori 16enni aprono il fuoco contro il titolare

AVERSA – Intorno alle 18 di ieri due ragazzini di 16 anni giungono a bordo di uno scooter Honda SH a via Roma ad Aversa. Entrano nella gioielleria Golino ed in pochi minuti si scatena il panico. Mentre stanno guardando la merce uno dei due estrae una pistola, una Beretta semiautomatica modello 70 con la matricola non abrasa, puntandola contro il titolare e la moglie. L’uomo credendo fosse finta reagisce e nella colluttazione partono due colpi, che solo per miracolo non colpiscono nessuno, andando a conficcarsi nella parete alle spalle del bancone.

Così i due rapinatori si danno alla fuga tra i vicoli del centro ed abbandonando il mezzo con cui erano venuti. In zona si trovava una pattuglia dei carabinieri del reparto di Aversa guidato dal tenente colonnello Vittorio Carrara e del tenente Flavio Annunziata. I carabinieri li bloccano poco dopo, uno di loro aveva ancora con se la pistola.

Vengono portati in caserma e dopo gli accertamenti si scopre che i ragazzi sono di Casoria e Arzano, appartenenti a famiglie per bene. Il magistrato della Procura dei minori ha confermato il fermo con le accuse di tentato omicidio, tentata rapina aggravata, ricettazione di arma e spari in luogo pubblico. Gli uomini dell’arma stanno svolgendo ulteriori accertamenti per capire se i due ragazzi sono i responsabili di ulteriori rapine nella zona.

Leggi anche