OPERAZIONI DI CONTROLLO DEI CARABINIERI DI AVERSA. Arresti e denunce tra Aversa, Lusciano, Parete e Casaluce

AVERSA – I Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa, nel corso dei servizi straordinari di controllo del territorio eseguiti negli ultimi giorni in quel centro e nei comuni limitrofi, volti a contrastare i fenomeni d’illegalità diffusa, specie in concomitanza con la  c.d. “movida”, hanno proceduto,  in Casaluce, all’esecuzione di un’ordinanza di aggravamento della detenzione domiciliare emessa dal Tribunale di Monza, che ha disposto la detenzione in carcere di Ricetto Umberto, cl. 1983, di Casaluce, in atto già sottoposto agli arresti domiciliari. La misura è scaturita a seguito dei controlli svolti dai militari dell’Arma che hanno accertato le reiterate violazioni alle prescrizioni cui il soggetto era sottoposto.

L’arrestato è stato accompagnato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Inoltre in Aversa, i carabinieri della locale stazione hanno eseguito un’ordine di carcerazione in regime degli arresti domiciliari, emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Roma, a carico di Maiello Teresa, cl. 1953, residente in Aversa. La donna dovrà espiare una pena detentiva di mesi 6 per abusivismo edilizio, commesso in Cassino (FR) dal 2003 al 2015. Nel corso degli ulteriori controlli, eseguiti in Lusciano, i militari dell’Arma hanno proceduto al deferimento, in stato di libertà, di tre persone per  furto di energia elettrica.

In Cesa,  invece, un uomo è stato deferito all’A.G. per porto abusivo di arma da taglio. Nel corso della perquisizione i militari dell’Arma hanno rinvenivano e sequestrato un coltello della lunghezza di cm. 31 circa. A Parete, i carabinieri della locale stazione hanno deferito all’A.G. per riciclaggio di autovettura otto cittadini rumeni. Nel corso del servizio, infatti, è stata rinvenuta nella loro disponibilità un autovettura Citroen Xara, su cui era stata apposta una targa rumena, risultata, a seguito controllo, demolita in data 08 agosto 2016 con targa italiana e denunciata quale oggetto di furto il 22 dello stesso mese. Infine il particolare servizio ha consentito di elevare 8 contravvenzioni al codice della strada.

Leggi anche