OMICIDIO A GIUGLIANO. L’assurda ipotesi che avrebbe portato all’uccisione del 43enne

GIUGLIANO – Si chiamava Luigi Mattera, il 43enne residente a Pozzuoli raggiunto ieri pomeriggio da un commando di killer, in via Carrafiello a Varcaturo. Secondo una prima ricostruzione l’uomo avrebbe capito cosa stava accadendo e quindi, molto probabilmente, ha provato a scappare finendo un vicolo cieco.

L’uomo è incensurato ed era a bordo di una Lancia Y, non di sua proprietà. Al momento sono al vaglio tutte le piste, ma una delle possibili risposte all’omicidio potrebbe essere uno scambio di persona. Infatti la vittima potrebbe essere stata scambiata per il boss Gennaro Longobardi, uscito dal carcere qualche mese fa e protagonista secondo gli inquirenti di una faida interna all’ormai ex clan Longobardi-Beneduce.

A complicare la situazione anche la forte pioggia, che avrebbe tratto in inganno i killer. Inoltre l’auto risulta intestata alla figlia di Longobardi. Naturalmente le indagini sono in corso e non si escluse nessuna ipotesi.

Internapoli.it

Leggi anche