OLTRE 2MILA OROLOGI CONTRAFFATTI. 11 titolari denunciati nella provincia di Caserta

CASERTA – Il Nucleo di Polizia Tributaria di Caserta – con il supporto della Compagnia di Marcianise e della Tenenza di Piedimonte Matese della Guardia di Finanza – ha smantellato una rete distributiva illegale sottoponendo a sequestro, presso vari grossisti e orologerie al dettaglio della provincia casertana, complessivamente nr. 2254 orologi e nr. 379 accessori del noto marchio “DANIEL WELLINGTON”, risultati contraffatti, che stavano per invadere i negozi in vista degli acquisti natalizi. La complessa e articolata operazione di servizio rientra in un piano coordinato di controllo a tutela dell’utilizzo e dello sfruttamento economico dei marchi e di altri diritti di privativa industriale che ha riguardato taluni distributori presenti nei centri orafi all’ingrosso di Marcianise nonché diversi, altri dettaglianti della provincia di Caserta.

Nel corso dei controlli effettuati, le Fiamme Gialle hanno riscontrato – anche grazie al pronto intervento degli esperti della società di assistenza tecnica ufficiale per il marchio “DANIEL WELLINGTON” – la presenza di numerosi orologi contraffatti, riconoscibili per la mancanza del codice seriale identificativo impresso sulle casse nonché dell’etichetta in plastica riportante il marchio sulla confezione. Dagli ulteriori accertamenti effettuati è poi emerso che la merce è stata, per lo più, acquistata senza la prescritta documentazione amministrativo-contabile.

Pertanto, il Nucleo di Polizia Tributaria di Caserta ha proceduto a denunciare a piede libero alla competente Autorità giudiziaria 11 persone, titolari delle aziende presso cui è stata rinvenuta la merce illecita, per l’ipotesi di reato di “Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi” e a sottoporre a sequestro il materiale rinvenuto, il cui valore di mercato si aggira intorno ai 450.000 euro. L’attività svolta dalla Guardia di Finanza per la prevenzione e il contrasto della contraffazione testimonia quanto sia sempre alta l’attenzione del Comando Provinciale di Caserta nel programmare mirati interventi per reprimere la commercializzazione di prodotti non originali che danneggia il mercato, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole. Inoltre, i prodotti contraffatti possono costituire un rischio per la salute dei consumatori, dal momento che non vi è alcuna garanzia circa la loro rispondenza ai parametri di qualità e di sicurezza della produzione legale.